My PhotoFinalmente in una pausa tra due grosse perturbazioni siamo riusciti ad andare in mare e fare tre bellissime regate.

Lo Yacht Club Cagliari, col suo nuovo direttivo, non si è fatto intimorire dal numero degli iscritti ed ha saputo gestire al meglio le quasi cento barche in un unico campo di regata orientato secondo il Maestro-Ponente che in qualche momento ha soffiato anche gagliardo.

La classe regina è stata sicuramente l’Optimist che con i suoi 33 regatanti ha mostrato uno spettacolo raramente ripetibile nelle acque del Poetto. Grinta tenacia e studio del campo di regata che i giovani velisti potrebbero, o dovrebbero, insegnare a molti anziani che vantano "anni e anni di esperienza" e continuano a partire in barca quando conviene in boa.

Anche i 420 hanno mostrato un ottimo livello tecnico dimostrando che il lungo lavoro svolto dai vari allenatori, prima sugli Optimist e poi sui doppi è veramente servito a qualcosa.

Si spera che da queste due classi arrivino i ragazzi che possano colmare la penuria dei velisti nella fascia 25-35 anni che oggi ritroviamo quasi esclusivamente negli Hobie Cat e nel Windsurf.

Anche gli Hobie Cat sono scesi in mare numerosi, non come avrebbero potuto, ma in numero pur sempre rilevante, confermando il momento felice della classe nel golfo, ma anche che la maggior parte di loro non è ancora pronta per regate ufficiali.

Dei Laser si può solo ammirare l’ottimo lavoro di Mario Orlich, che in vent’anni di attività e di vittorie ha saputo mantenere sempre elevato il numero dei suoi seguaci e qui al trofeo Ciabatti non ha fatto che confermarlo. E’ stato battuto da Roberto Usai!!! Ale’!!!

 

Lo ricordate? Forse no e forse qualcuno non l’ha mai visto. Si tratta del primissimo articolo di Sailing Sardinia, comparso a Dicembre del 1999 in occasione del Memorial Ciabatti. Sì, Domenica c’è il Trofeo Ciabatti, la regata probabilmente più importante per le derive della Sardegna. Per me ha un doppio valore. Primo perché è la regata che ricorda mio padre e poi perchè Sailing Sardinia si è affacciata per la prima volta sul web in occasione di questa regata.
Con Salvatore Paderi, la mente informatica, abbiamo varato Sailing Sardinia per tappare un falla che c’era nel mondo della vela sarda: la comunicazione.
L’idea era scaturita dopo che ci eravamo resi conto che le uniche notizie su di noi, su noi velisti della Sardegna, le avevamo solo sui nostri due più importanti quotidiani, L’Unione Sarda e La Nuova Sardegna. Sul web al tempo esisteva solo il servizio di Farevela e per loro la Sardegna era solo Porto Cervo. Sentivamo l’esigenza di valorizzare la nostra vela, quella dei circoli della Sardegna, quella della Domenica e quella dei nostri velisti più bravi e meno bravi.
Anno dopo anno, Ciabatti dopo Ciabatti siamo arrivati al 2009, con dieci anni di vela in Sardegna e con undici Memorial Ciabatti sul web.
Ricordo quando Sandro Ricetto ci ha ospitato (grazie ancora) all’assemblea zonale del 2000, nei locali della Lega Navale Italiana e i presenti venivano a vedere, con aria scettica, il nostro pc che mostrava le prime news di Sailing Sardinia. Ricordo gli scritti del Laserista Anonimo, le prime foto amarcord, e le prime regate dei vari Strazzera, Gemini, Meloni, i Giri di Sardegna, e le regate, regate e regate. Poi c’è stata un po’ di evoluzione, e l’ultima più evidente sono i video. Ma una cosa è rimasta sorprendentemente immutata dal quel giorno in cui ci siamo affacciati sul web: l’entusiasmo per la vela.
Purtroppo non sono tutte rose e fiori e qualche volta i nostri post non sono stati graditi da qualcuno. Però, noi ci siamo, sbagliamo, e per cortesia prendeteci così come siamo, non troppo seriamente come noi cerchiamo di affrontare qualsiasi argomento
Se avete un po’ di tempo, andate a guardarvi un po’ del nostro archivio e vi renderete conto di quante cose sono passate su Sailing Sardinia e forse penserete come me: ma chi te lo ha fatto fare???

Certo, sono tantissime le persone da ringraziare, che, in un modo o nell’altro, hanno contribuito a diffondere le notizie che avete letto in questi anni su Sailing Sardinia. Una però più di tutti: si tratta di Roberto Marci che, con quel suo carattere difficile, ha sempre, e sottolineo sempre, dato un preziosissimo supporto fotografico alla vela della Sardegna
Ci vediamo Domenica in mare. Sailing Sardinia ci sarà per l’undicesima volta.

Antonello

http://www.sailingsardinia.it/

 

Bando

Video importato

YouTube Video

 

Tag:, , , , ,


8 Commenti to “Sailing Sardinia, il “Ciabatti” e….sono dieci anni!!!!”

  1.   Sasuke Says:

    Auguri davvero! Non c’e’ giorno (lavorativo ovviamente) che non visiti SailingSardinia e quando non c’e’ nulla di nuovo ci rimango male!

    Ancora auguroni e grazie per il lavoro che fai.

    S.

  2.   Bebo Says:

    Complimenti!!!

    Continua cosí.

    Sebastiano

  3.   antuanetto Says:

    Bravo Antonello, continua così…questo sito ben fatto e dal sapore un’po casareccio (è un complimento!!!!) ci tiene sempre aggiornati e contribuisce alla divulgazione (linko spesso ad amici) di questo fantastico sport della vela…

    grazie

  4.   anju Says:

    Vai P2inzo…”ottimo lavoro”

  5.   Roberto Says:

    Sei stato bravo Pinzo pensavo ti saresti arreso subito.

  6.   ITA300 Says:

    Buon compleanno SailingSardinia!

  7.   Pipi63 Says:

    Insomma in windsurf eri fortissimo in barca non c’è nè per nessuno inoltre come autore sei insuperabile….adesso hai rotto le palle…!!!

    Bravo Bravo Bravo Pinzo la mia è tutta invidia, auguri Sailing Sardinia.

  8.   F Says:

    Buon compleanno Sailing Sardinia e bravo Antonello
    un esempio per tutti noi